Pochi minuti o lunghe ore non importa: il viaggio in treno non sarà più sinonimo di noia o 'sonni forzati' se seguirete i nostri consigli; anzi si rivelerà uno dei momenti più piacevoli del viaggio. Si tratta di semplici escamotage, ma di sicuro successo; non vi resta che prenotare e fare una prova. Vorrete ripetere l’esperienza appena scesi dalla carrozza!

Stop alla timidezza: il vostro vicino aspetta di parlarvi

passeggeri che chiacchierano

In un’era dominata dalla digitalizzazione e da sguardi fissi sugli smartphone, il primo segreto per trascorrere un perfetto viaggio in treno potrebbe sembrare banale ma non lo è; anzi, parlare con il proprio vicino di sedile può essere quasi un atto 'trasgressivo'. Ovviamente dovrete capire se il vostro potenziale interlocutore ne ha voglia. Se legge un libro o il giornale, un buon approccio può essere quello di commentare lo scrittore o la notizia del giorno. Attenti, però, a giudizi troppo diretti: il dialogo non deve trasformarsi in rissa. E se la conversazione è piacevole, perché non chiedere il numero di cellulare al vostro interlocutore? Una volta arrivati in stazione potreste pentirvi di non averlo fatto.

Il mondo dal finestrino

guardare fuori dal finestrino

Il treno vi fornisce anche un’occasione unica che il viaggio in auto o in aereo non possono concedervi: ammirare senza alcun problema il paesaggio che scorre davanti al finestrino. Soprattutto se viaggiate in Intercity o in regionale, potrete soffermarvi su dettagli che non avete mai visto e scoprire panorami mozzafiato. Chissà che non possano diventare la meta del vostro prossimo viaggio. Lo scrittore Roberto Bolaño diceva che ogni cento metri il mondo cambia, quindi nel vostro viaggio scoprirete infiniti mondi. Un piccolo trucco per chi vuole conoscere il nome dei luoghi che lo hanno affascinato durante il viaggio sulle rotaie: annotate la stazione precedente e quella successiva o chiedete informazioni al vostro vicino. Una piccola indagine che vi permetterà di sapere il nome della vostra prossima destinazione.

Un viaggio che inizia con un viaggio

pianificare in treno

Il cantautore Fabrizio De Andrè in una sua canzone diceva per la stessa ragione del viaggio, viaggiare. Perché non seguite la sua ispirazione e approfittate del tempo in treno per pianificare il vostro nuovo itinerario? Scegliete la vostra prossima città, pianificate la durata della vostra vacanza, calcolate il budget e non preoccupatevi per il viaggio: a offrirvi le tariffe migliori ci pensiamo noi. Non resta che un ultimo piccolo passo: scegliete con chi condividere il prossimo viaggio ed iniziate a contattarlo; in coppia o in gruppo visitare le città è sicuramente più divertente.

Scoprite i segreti delle città che state per visitare

guardare la mappa in treno

Se siete in vacanza, studiare e conoscere la vostra destinazione potrà aiutarvi a goderne meglio le bellezze. Se vi siete già documentati sul web - e su Trainline, ovviamente - non vi resta che chiedere altre informazioni ai vostri vicini di posto: nessuno può spiegare meglio una città rispetto a chi già la conosce. In particolare, fatevi fornire delle 'dritte' sui luoghi in cui mangiare e sul loro costo, in modo da evitare spiacevoli sorprese nel piatto o al momento della presentazione del conto.

Il classico che non annoia: leggere

leggere in treno

Vi lamentate di non avere mai tempo per finire il romanzo che giace ormai da mesi sul vostro comodino? Questa è l’occasione giusta per arrivare all’ultima pagina. Siccome niente riesce a soddisfare di più un lettore che finire un intero libro in un giorno, vi consigliamo di scegliere la lunghezza del vostro romanzo in base alla durata del viaggio. Quelle cento pagine finite in tre ore, proprio a ridosso dell’arrivo, scateneranno la vostra felicità di lettore. Se volete un libro che si 'abbini all’ambiente', potrete anche scegliere un’opera che abbia come protagonista il treno; vi consigliamo il classico sempreverde di Agatha Christie 'Assassinio sull’Orient Express' e 'L’Italia in seconda classe' di Paolo Rumiz, in cui l’autore descrive il suo tour della penisola sulle rotaie.

Il cinema in carrozza

tablet sul treno

Così come per i libri, anche per i film il treno può essere l’occasione per 'recuperare' un’opera che a casa non riuscite proprio a vedere perché vi addormentate sul divano dopo una giornata di lavoro. Alcuni treni offrono un servizio cinema, ma, se preferite vedere un film sul vostro pc, ricordatevi di portare le cuffie e magari evitate le opere horror, perché il vostro vicino che spia quello che guardate potrebbe essere suggestionabile. Se cercate film ambientati sul treno possiamo consigliarvi 'Prima dell’alba', una storia d’amore fra due ragazzi che si conoscono in viaggio. Chissà che non possiate riviverla proprio con la persona che avete di fronte.

Il fitness sulle rotaie

stretching in treno

Siete iperattivi e non riuscite proprio a restare fermi? Amate il movimento e fate lunghe passeggiate ogni giorno? Potete sgranchire le gambe passeggiando lungo le carrozze. Un treno ne ha mediamente dieci e percorrendolo un paio di volte potrete soddisfare la vostra voglia quotidiana di fitness. È un modo semplice anche per conoscere altre persone e 'spiare' le differenze di gusti e abitudini dei viaggiatori. Questa piccola passeggiata, ovviamente, è sconsigliata a ridosso della vostra fermata: potrebbe trasformarsi in una corsa a ritroso per recuperare i bagagli.

I tavolini che si trasformano in 'tavolo verde'

carte da gioco assi

Sia che siate socievoli, sia che preferiate restare in disparte, le carte da gioco sono un ottimo antidoto alla noia in treno. Potrete invitare il vostro vicino a giocare a scopa, briscola o scala quaranta, oppure approfittare dell’occasione per scoprire tutti i trucchi di un gioco che non avete mai imparato. Ovviamente sconsigliamo il Machiavelli che richiederebbe lo spazio di un’intera carrozza. Se preferite giocare per conto vostro nessun problema: esistono innumerevoli tipi di solitario tutti da scoprire.

Scacciare l’incubo dell’agenda

lavorare in treno

Al ritorno dalla vacanza vi aspettano impegni di lavoro massacranti? Dovete ancora rispondere a quella mail importante, ma non ne avete mai avuto il tempo? Il viaggio in treno può essere l’occasione ideale per smaltire l’agenda e programmare il lavoro al vostro ritorno. Trasformando il vostro sedile e il tavolino in un piccolo ufficio, potrete allontanare gli incubi lavorativi e iniziare senza ansia la vacanza, una volta arrivati in stazione. E se non riuscirete a concludere tutto ricordatevi che c’è sempre il viaggio di ritorno. Un piccolo consiglio: evitate lunghe telefonate, potreste distrarre il vostro vicino mentre cerca di concludere un solitario.

È l’inizio di un viaggio: godetevelo

divertirsi in treno

Il viaggio è una specie di porta attraverso la quale si esce dalla realtà come per penetrare in una realtà inesplorata che sembra un sogno spiegava lo scrittor Guy de Maupassant. Quindi l’ultimo, e forse più importante segreto, è di godervi ogni istante del vostro percorso in treno, di immergervi in un sogno, facendovi accompagnare dal dolce suono delle rotaie e dalle immagini che scorrono davanti ai vostri occhi. Ogni viaggio è diverso dall’altro: scopritene la sua unicità.

Non vi resta quindi che prenotare il vostro prossimo viaggio, che sia verso grandi città come Roma, Milano o Napoli, o verso graziosi borghi come Vernazza, Gubbio o Sperlonga - ormai vi abbiamo svelato tutti i trucchi.

Crea la tua prossima avventura: