Inseriti in piccoli borghi medievali, protesi su golfi o immersi in panorami da cartolina tra laghi, colline o monti, i castelli sono destinazioni che non smettono di farci sognare. Oltrepassate le forti mura esterne, l’atmosfera che prevale è quella di luoghi senza tempo, a metà tra sogno e realtà, tra fiaba e storia. Paese ricco di fortezze da scoprire, in Italia avete davvero solo l’imbarazzo della scelta su quale castello visitare per primo. Noi ve ne indichiamo 5 a cui non potete dire di no.

Castello di Fenis – Aosta

Raggiungibile in 10 minuti di autobus dalla stazione ferroviaria di Nus, il Castello di Fenis è una tipica fortezza di stampo medievale, caratterizzata da una doppia cinta muraria, merlature a coda di rondine e torri posizionate lungo l’intero perimetro a definirne il profilo. Contrariamente a molti altri castelli d’Italia, quello di Fenis non si situa in posizione dominante rispetto al territorio in cui è inserito – appare quindi evidente come il castello sia stato costruito con funzione di residenza signorile piuttosto che difensiva. Dalla particolare forma pentagonale, il maniero si struttura attorno al grazioso cortile interno, decorato da incantevoli affreschi ed accompagnato da uno scalone semicircolare e balconate di legno. Eleganti interni con magnifici saloni e splendide stanze da letto completano infine la panoramica del castello. Liberate quindi la vostra immaginazione, figuratevi come dei moderni reali e, una volta terminata la visita, beneficiate del verde e delle dolci colline circostanti – la zona è semplicemente perfetta per rallentare il passo e rilassarsi.

Castello Scaligero – Sirmione, Brescia

A post shared by Daniele Lupo (@tatin_o) on

Probabilmente uno dei castelli più incantevoli d’Italia grazie alla presenza del Lago di Garda, il Castello Scaligero è un perfetto esempio di fortificazione lacustre, interamente circondato appunto dalle acque del lago. Raggiungibile in 30 minuti di autobus dalla stazione ferroviaria di Desenzano del Garda-Sirmione, la fortezza si caratterizza per le tipiche merlature a coda di rondine e per la presenza di una darsena interna. Unico punto di accesso al centro storico di Sirmione e di collegamento tra il borgo e la terraferma, il Castello Scaligero offre ai visitatori un panorama senza eguali sul Lago di Garda, tramite l’alta torre di avvistamento ed i camminamenti lungo le mura. Sentitevi liberi di fantasticare in un luogo così romantico, ma non dimenticate di visitare anche le altre attrazioni di Sirmione, come la Chiesa di Sant’Anna, situata accanto al castello, che custodisce importanti affreschi del Cinquecento, e le Grotte di Catullo, splendido esempio di villa romana.

Castello di Miramare – Trieste

A post shared by Daniela Cevenini (@elinad67) on

Cosa c’è di più romantico di un castello affacciato sul mare e circondato da un rigoglioso parco, tra numerosi percorsi da seguire e differenti specie di piante da ammirare? Scendete quindi alla stazione dei treni di Miramare, a 10 minuti da Trieste Centrale, ed immergetevi nella storia dell’arciduca d’Austria Massimiliano d’Asburgo, che a metà dell’Ottocento fece del Castello di Miramare la propria dimora insieme alla moglie Carlotta del Belgio. Affacciato sul golfo di Trieste ed attrazione principale del capoluogo del Friuli Venezia Giulia, il castello attira ogni anno migliaia di visitatori incantati dalla sua atmosfera da fiaba, dai lussuosi arredi originari e dai 22 ettari del parco circostante – accessibili gratuitamente (contrariamente agli interni del castello). Ricordatevi solo di riservare un po' di energia per visitare la vicina Trieste: città di mare e di frontiera, da non perdere sono qui Piazza Unità d’Italia, il Molo Audace e, se siete nei paraggi nella seconda domenica di ottobre, la famosa regata velica, la Barcolana.

Castello di Gradara – Gradara, Pesaro e Urbino

Inserito nel contesto di un piccolo borgo a poca distanza dal Mare Adriatico, il Castello di Gradara è una fortificazione medievale che si erge sulla sommità di una collina e che si caratterizza per due inespugnabili cinte murarie. Oggi importante sede di manifestazioni ed eventi, a circa 30 minuti di autobus dalla stazione dei treni di Cattolica-San Giovanni-Gabicce, il castello sembra avere fatto da cornice alla storia d’amore di Paolo e Francesca. Ed è proprio quest’atmosfera sospesa a metà tra storia e leggenda ad attirare ogni anno numerosi visitatori, affascinati inoltre dall’ineguagliabile panorama offerto, che si estende sull’intera vallata, arrivando fino al mare. Percorrete i camminamenti di ronda, esplorate gli interni del castello tra opere d’arte e preziosi arredi, ed infine partite all’esplorazione del piccolo borgo e delle zone circostanti – le località balneari di Gabicce Mare e Cattolica distano solo 6 chilometri, mentre la città d’arte di Pesaro è a soli 10 minuti di treno.

Castello Aragonese – Taranto

Fate così: scendete alla stazione di Taranto, procedete per poco più di 20 minuti, raggiungete Piazza Castello e meravigliatevi di fronte all’imponente Castello Aragonese. Situato su uno degli estremi dell’isola su cui sorge il borgo antico di Taranto e, caratterizzato da una struttura quadrangolare ed un ampio cortile centrale, la fortezza è oggi una sede della Marina Militare Italiana. Risalente alla seconda metà del Quattrocento, il castello concentra in sé differenti epoche di Taranto: una visita qui – tra l’altro, completamente gratuita – è come un vero viaggio nella storia della città. Una volta terminata l’esplorazione della rocca, iniziate la scoperta dell’intera Taranto: partite dal Ponte Girevole, a pochi passi dal Castello Aragonese, e proseguite con la Cattedrale di San Cataldo, la più antica della regione Puglia, ed il Museo Archeologico, che custodisce importanti opere risalenti alla Magna Grecia.

Crea la tua prossima avventura: