Un weekend in Toscana è sempre un’ottima idea, e non solo per ammirare l’incredibile patrimonio architettonico delle sue città o per gustare la sua golosa cucina, ma anche per scoprire incantevoli piccole cittadine ed aree circostanti, famose in tutto il mondo per l’alta qualità del vino prodotto. Gli appassionati di enologia si staranno già rallegrando, ma anche gli amanti della natura e dell’arte possono tranquillamente gioire – borghi incantati, spazi verdi e dolci colline sono infatti i protagonisti dei percorsi del vino della Toscana.

Chianti Classico – Firenze e Siena

vigne del chianti

Prodotto nelle province di Firenze e Siena, il Chianti Classico si erge a simbolo del vino toscano. Di colore rosso, a DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita), questo rinomato vitigno nasce in uno dei territori più belli d’Italia, dominato dal colore verde, tra soavi colline e grandi spazi delimitati da lunghe fila di cipressi. Puntate a Greve in Chianti, a circa un’ora di autobus dalla stazione dei treni di Firenze Santa Maria Novella, e portate con voi la fotocamera – tra splendide tenute, chiese rurali ed affascinanti castelli avrete solo l’imbarazzo della scelta su cosa inquadrare per primo. Fate innanzitutto tappa in una delle numerose cantine presenti, entrate in contatto con i simpatici locali e gustate il famoso Chianti Classico – un calice che non dimenticherete molto facilmente. Proseguite poi con la visita delle fortezze di Greve in Chianti – da non perdere, il Castello di Verrazzano, la cui cappella custodisce un’importante tavola del pittore italiano detto il Ghirlandaio.

Brunello di Montalcino – Siena

vino brunello di montalcino

Rosso e DOCG. Uno dei vini italiani più conosciuti al mondo, il Brunello si sviluppa nella provincia di Siena, nel territorio della località da cui ne deriva il nome, Montalcino appunto. Scendete alla stazione ferroviaria di Buonconvento e proseguite per 30 minuti in autobus fino al borgo per godere di uno dei più corposi bicchieri della vostra vita. Inoltratevi nei casali e assaporate i prodotti del luogo – vi garantiamo che l’accoglienza da parte dei residenti sarà estremamente calorosa. Ma una visita qui è senza dubbio un piacere non solo per il palato ma anche per gli occhi: antiche cascine, tortuosi viali ed infiniti vigneti che spaziano e definiscono il profilo delle colline circostanti sono infatti gli elementi principali. Il borgo di Montalcino in particolare, dalla struttura tipicamente medievale, con la sua cinta muraria, la sua fortezza situata sul punto più alto ed il suo imponente Duomo, saprà inoltre conquistare anche gli appassionati di arte ed architettura.

Vino Nobile di Montepulciano – Siena

vino nobile montepulciano siena

Sempre di colore rosso e DOCG è anche il Vino Nobile di Montepulciano, prodotto nella provincia di Siena, in particolare nel territorio di appartenenza al comune da cui prende il nome. Inserito nell’incantevole contesto tra la Valdichiana e la Val d’Orcia, Montepulciano è facilmente raggiungibile in treno tramite la propria stazione ferroviaria. Il paesaggio, mentre ci si avvicina alla cittadina, è a base di natura, vigneti, tenute ed agriturismi. Arroccato su un colle, il borgo di Montepulciano si apre poi agli occhi dei visitatori tra stretti vicoli, sontuosi palazzi, imponenti mura, porte di accesso e la caratteristica Torre dell’Orologio. Se volete tuttavia ammirare un panorama senza eguali, mirando dall’alto i vigneti e le colline circostanti, salite sulla Torre del Palazzo del Comune – rimarrete senza parole. Ma non ve ne andate senza una visita anche alla Chiesa di San Biagio, che sorge in posizione isolata nel mezzo della campagna toscana.

Crea la tua prossima avventura: