Le città italiane sono di una bellezza senza rivali, così incantevoli che talvolta vorremmo catturarle per intero in un’unica immagine. Un’ottima soluzione è perciò quella di salire sulle torri e sui campanili che le abbelliscono – la visione d’insieme dall’alto è semplicemente mozzafiato. Noi ve ne indichiamo 5 tra i più alti e affascinanti.

Torrazzo di Cremona

cremona torrazzo

Nonostante il nome possa trarre in inganno, il Torrazzo è in realtà il campanile del Duomo di Cremona, il secondo più alto in Italia. A 15 minuti a piedi dalla stazione dei treni, dominando il profilo della graziosa città lombarda di cui ne rappresenta il simbolo, il Torrazzo mette da subito alla prova i suoi visitatori con i suoi 502 scalini. Lo sforzo tuttavia viene ampiamente ripagato una volta raggiunta la cima: la vista sui tetti e sull’intera città è infatti davvero incantevole. Scendete poi, ammirate il grande orologio astronomico presente su una delle sue facciate e partite alla scoperta di Cremona: non perdetevi il Duomo, giusto accanto al campanile, in perfetto stile romanico, ed il Battistero di San Giovanni Battista, dalla caratteristica pianta ottagonale. Ricordate solo di dare un’occhiata al calendario prima di visitare la città: se siete nei dintorni nel mese di novembre, potete partecipare alla Festa del Torrone, prodotto per cui Cremona è famosa.

Campanile di San Marco – Venezia

venezia torrazzo

Uno dei più celebri in Italia e nel mondo, situato a 30 minuti a piedi dalla stazione di Venezia Santa Lucia, il Campanile di San Marco offre ai suoi visitatori uno scenario mozzafiato: dall’alto dei suoi 98 metri è infatti possibile ammirare la città lagunare nel suo splendore, a metà tra terra e mare, sopra eleganti palazzi, affascinanti ponti e stretti vicoli. Simpaticamente chiamato dai residenti El paron de casa (il padrone di casa) per la sua maestosità, il campanile si veste a festa durante il Carnevale di Venezia, precisamente durante la giornata del giovedì grasso: è infatti dal campanile che inizia lo spettacolo del volo dell’angelo. Inutile dire che sarete poi obbligati a scendere – l’intera Venezia vi aspetta. Cominciate, data la vicinanza al campanile, da Piazza San Marco con la sua Basilica, la Torre dell’Orologio ed i suoi due mori (le due statue di bronzo poste sulla sommità) e l’imponente Palazzo Ducale. Proseguite poi con il Ponte di Rialto – meglio ancora se all’ora del tramonto per un momento davvero indimenticabile.

 

Torre degli asinelli - Bologna

bologna torri asinelli

Famosa proprio per le sue torri, Bologna non può certamente qui mancare all’appello. Collocata a 20 minuti di cammino dalla stazione ferroviaria, posta esattamente di fronte all’altra celebre torre bolognese, la Torre della Garisenda, purtroppo non visitabile, la Torre degli Asinelli è la quinta più alta in Italia. Vantando ben 97 metri di altezza, il panorama sui tetti rossi di Bologna offerto continua ad affascinare migliaia di visitatori ogni anno. Approfittate della visuale per una foto d’insieme della città, prima di partire all’esplorazione “dal basso” delle differenti attrazioni. Da non perdere, Piazza Maggiore, il cuore della vita sociale di Bologna, la Fontana del Nettuno, uno dei maggiori simboli della città, e l’imponente Basilica di San Petronio, caratterizzata dal perfetto stile gotico e dal colore rosso dei mattoni. Se volete infine confondervi con i residenti e fare il pieno di golosità bolognesi ed emiliane – irresistibili ed immancabili – fate un salto anche al Mercato Antico.

Torre di Arnolfo – Firenze

firenze torre

Posta sulla sommità della facciata principale di Palazzo Vecchio, contendendosi la vista più bella con la Cupola del Brunelleschi, la Torre di Arnolfo si erge per 94 metri su Piazza della Signoria, il cuore della vita sociale di Firenze, a 15 minuti di cammino dalla stazione di Firenze Santa Maria Novella, distinguendosi per la caratteristica merlatura ed il grande orologio visibile sulla parte frontale. Allungate lo sguardo sopra tetti e monumenti, ed arrivate fino al fiume Arno – sarà come avere l’intera città ai propri piedi. Identificate quindi la posizione della vostra prossima tappa, scendete e procedete alla visita: vero museo a cielo aperto, Firenze vi stupirà con il pressoché infinito patrimonio artistico e culturale. Segnatevi le tappe obbligate: il Duomo, caratterizzato dal bianco del marmo di cui è costituito e dal rosso della magnifica Cupola del Brunelleschi, il Campanile di Giotto, ovvero la torre campanaria del Duomo, il Battistero di San Giovanni, dalla distintiva forma ottagonale, la celebre Galleria degli Uffizi ed il romantico Ponte Vecchio.

Torre del Mangia – Siena

siena torre

Dalla forma tipicamente medievale, famosa nel mondo per il suo Palio, Siena mostra orgogliosa la sua imponente torre civica, denominata del Mangia, che si erge per ben 88 metri, dominando l’intera città. Situata in Piazza del Campo, a 30 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria di Siena, e caratterizzata da una grande campana sulla sommità e da un ampio orologio sulla facciata frontale, la torre offre una visuale estremamente affascinante, che si estende non solo all’intera città ma anche alla circostante campagna toscana. Osservate dall’alto la forma a conchiglia della piazza sottostante, poi scendete e respirate lo spirito della città: in Piazza del Campo infatti due volte l’anno si svolge il famoso Palio di Siena. Visitate il Palazzo Comunale, sede del Museo Civico, poi spostatevi di poco per ammirare i principali luoghi di culto di Siena: il Duomo, con il suo caratteristico marmo bianco e nero, ed il Battistero, che custodisce preziosi affreschi. Se siete amanti dell’arte e della cucina, terminate infine la vostra visita della città con un salto alla Pinacoteca Nazionale e qualche golosità culinaria della zona, come gli irresistibili cantucci con il classico Vin Santo.

Crea la tua prossima avventura: