I weekend sono una liberazione; i ponti, una manna dal cielo: non abbastanza lunghi da regalarci il tempo di una vacanza dall’altra parte del mondo, sono tuttavia più che sufficienti per riempire una valigia, salire su un treno e goderci una meritata pausa dal caos della vita quotidiana. Scopriamo insieme alcune possibilità, per non rimanere mai a corto d’idee.

Un 25 aprile ad alta quota

Chi non è pronto ad accogliere l’arrivo della bella stagione, può aggrapparsi ancora per un po’ all’immagine degli scenari montani innevati e scegliere di trascorrere la Festa della Liberazione sull’Etna. Per arrivarci basta prendere un treno per Catania e da lì proseguire con un autobus di linea. Sul vulcano più alto d’Europa, si possono raggiungere i crateri principali percorrendo sentieri meravigliosi a piedi o in jeep, fra agrumeti, boschi di ginestre o terreni lavici dal forte odore di zolfo. In cima, si può godere dello spettacolo ineguagliabile del cono centrale e del senso di libertà che si avverte sollevando lo sguardo, oltrepassando i piccoli comuni della circumetnea, da Misterbianco a Bronte e Linguaglossa, fin verso la Calabria e il Golfo di Siracusa. Un’esperienza irripetibile.

Un Primo maggio di fumetti e gusto

Roma non è l’unica meta valida per celebrare la Festa dei Lavoratori; anche Napoli è una meta ideale per il ponte del primo maggio – specialmente per gli appassionati di fumetti e gastronomia. Nel capoluogo partenopeo è previsto, infatti, un importante appuntamento culturale, il Comicon; e poi c’è l’enorme patrimonio storico e architettonico ad attendervi. Fra un giro lungo la via di Scappanapoli, una visita al Cristo velato nella Cappella Sansevero e una sosta in Piazza del Plebiscito, di certo vi verrà fame: a quel punto comincerà la vera festa, con pizza, pasta ai fagioli e cozze, e soprattutto, un’infinita serie di dolci. Non vorrete mica perdervi la fragranza delle sfogliatelle, un bel babà fatto a regola d’arte o una fetta di pastiera tradizionale?

Arte e tradizione per il 2 giugno

Per la Festa della Repubblica, chi non vuole allontanarsi dalle città può prendere un treno per Firenze, la città d’arte per eccellenza, il gioiellino toscano che non ha certamente bisogno di presentazioni. Se sarete disposti ad accettare stoicamente l’inevitabile formarsi di code, qui potrete scoprire alcuni dei tesori più preziosi del Paese, ad esempio visitando gli Uffizi. Se invece Caravaggio, Leonardo, Giotto, Michelangelo e tutti gli altri non fanno al caso vostro, potrete benissimo dare uno sguardo d’insieme a ciò che rende la città una meta turistica unica al mondo. Non si può resistere alla meraviglia della Cattedrale di Santa Maria del Fiore, al Palazzo Vecchio, al Campanile di Giotto e - ne siamo certi - a un selfie sul Ponte Vecchio; per non parlare, poi, delle delizie della gastronomia toscana.

Come vedete, le possibilità non mancano. Non saranno le tanto agognate ferie estive, ma è incredibile quanti luoghi si possano raggiungere durante un ponte semplicemente salendo in treno.

Crea la tua prossima avventura: