Alberobello

Chi è alla ricerca di una destinazione pittoresca e unica al mondo per la propria vacanza ha trovato il posto giusto. I treni per Alberobello sono esclusivamente regionali: per approdare nella località delle Murge occorre, dunque, passare per altri centri della Puglia, come Bari o Taranto, che distano rispettivamente un'ora e 20 circa e poco più di un'ora e 10. Per garantire un servizio più efficiente, i treni per Alberobello sono affiancati da autobus che coprono le medesime tratte. Dopo l’approdo in città, la visita inizia in un battibaleno: in meno di 10 minuti ci si ritrova immersi nell’assoluta unicità dei trulli, i caratteristici edifici del posto.

Visitare Alberobello

La distanza tra la stazione e il centro è davvero ridotta, ed è per questo che viaggiare ad Alberobello in treno è così pratico e conveniente. La visita ruota interamente attorno ai trulli, la cui forma così peculiare si adatta a edifici dalle molteplici funzioni. Il più grande, e probabilmente anche il più celebre, è il cosiddetto Trullo Sovrano: risalente al XVIII secolo, ospita oggi un museo nel quale è possibile scoprire il gusto per l'arredamento degli antichi abitanti del posto. Vagando per il centro storico se ne scorgono altri, altrettanto interessanti. Casa Pezzolla, ad esempio, col suo aspetto monumentale è uno scrigno in cui si custodiscono tradizioni e testimonianze artistiche della cittadina. A soli 7 minuti di distanza il trullo assume il volto di una chiesa, quella di Sant'Antonio, con pianta a croce greca e un'altissima cupola, anch’essa a forma di trullo. Infine, a brevissima distanza si ammira il Trullo Siamese, la cui principale particolarità è costituita dalle due cupole unite al centro.


Un viaggio in treno ad Alberobello è perfetto anche per scoprire la ricca e gustosa tradizione culinaria locale. Via Indipendenza e Via Monte San Marco sono solo alcune delle vie in cui trovare locali dove gustare squisiti piatti di pesce. Dalle cozze impanate e fritte ai polipetti in pignata, con pomodori, cipolla e peperoncino, le alternative non mancano. Da queste parti, poi, si possono anche assaggiare altre specialità dei dintorni, come le tradizionali orecchiette alle cime di rapa.