Alessandria

Terzo comune più popoloso del Piemonte, questa città spicca per la propria invidiabile posizione geografica. I treni per Alessandria sono particolarmente frequenti da Torino (a poco meno di un'ora di distanza) e da Genova (circa un'ora e dieci) che, insieme a Milano, costituiscono gli apici dell'ideale triangolo di cui la città piemontese occupa il centro. I treni per Alessandria sono utili tanto a chi voglia sfruttare il suo ruolo di importante snodo ferroviario, come a chi desideri visitare la città. Giunti in stazione, bastano dieci minuti a piedi per raggiungere la centralissima Piazza della Libertà e l’adiacente Piazza Giovanni XXIII, con la bella cattedrale neoclassica.

Visitare Alessandria

Le principali attrazioni di Alessandria gravitano attorno al centro e ciò rende semplice e piacevole visitarla a piedi. Dalla stazione al centro il passo è breve e, una volta raggiunto, il tour ideale non può non iniziare da Piazza Giovanni XXIII. Qui sorge il Duomo, un vero e proprio concentrato di storia: la facciata in stile neoclassico conserva al suo interno una splendida cupola e le statue dei santi protettori delle città della Lega Lombarda. A pochissimi metri di distanza fanno bella mostra di sé il Municipio e Palazzo Ghilini, magnifico esempio di maestosità barocca. Ma Alessandria è anche arte. Servono meno di cinque minuti a piedi per arrivare alle acclamate "stanze di Artù", ineguagliabile ciclo di affreschi sulle avventure di Lancillotto del Lago, una chicca imperdibile per ogni visitatore.


Ed ecco che arriva l'ora di cena. Chi viaggia in treno ad Alessandria, magari dopo aver visitato altri capoluoghi piemontesi o le vicine città liguri, troverà probabilmente delle somiglianze tra ingredienti e pietanze tradizionali di queste terre. Da Corso Roma, a Via Parma, a Via Giacomo Della Vittoria, la città è costellata di apprezzati locali in cui gustare squisiti piatti tipici. Imperdibili la bagna cauoda, a base di verdure crude o lesse, il pollo alla Marengo, di cui esistono infinite varianti, e soprattutto l'orgoglio di ogni alessandrino doc: gli agnolotti. Mai dimenticare di accompagnarvi un buon bicchiere di Barbera del Monferrato o di Brachetto d'Acqui. Gli amanti dei dolci, infine, non disperino, perché questa è la patria dei celeberrimi biscotti Krumiri!