Assisi

Fra le mete turisticamente più rilevanti in Italia, questo piccolo centro umbro ricopre indubbiamente una posizione di tutto rispetto. I treni per Assisi con i minori tempi di percorrenza partono da Foligno (18 minuti) e Perugia (appena 20): queste località, a loro volta, accolgono i visitatori in partenza dai maggiori snodi dell'Italia centro-settentrionale. I treni per Assisi conducono i viaggiatori a una stazione alquanto decentrata, ma che permette di raggiungere i luoghi più interessanti del borgo in breve tempo. Le sue attrazioni principali, come la Basilica di Santa Chiara o quella di San Francesco, sono infatti raggiungibili con una corsa in autobus di poco più di 15 minuti.

Visitare Assisi

Chi si dirige ad Assisi in treno percepisce il suo fascino senza tempo fin dal momento in cui mette piede fuori dalla stazione. Basta un quarto d'ora per arrivare alla Basilica di Santa Chiara: la facciata in stile gotico, con i filari di pietra bianca e rosa e i grossi contrafforti a forma di archi rampanti, trasmette una grande idea di forza. L'interno, poi, custodisce gelosamente importanti reliquie appartenute a Santa Chiara e San Francesco. Al patrono della città, San Rufino, è dedicata l'omonima cattedrale: vi si giunge passeggiando per meno di 10 minuti e si rimane colpiti dalla sua imponenza. La facciata è uno straordinario esempio di romanico umbro, con portali riccamente ornati e tre elaborati rosoni. In stile romanico è anche l'alto e possente campanile. Per arrivare alla più celebre attrazione di Assisi, la Basilica di San Francesco, occorre attraversare l'intero centro storico. Il passato medievale della città rivive in ogni via, tra i vicoli, nelle piazze e negli edifici. La basilica è un capolavoro gotico dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco e custodisce le spoglie di San Francesco. Inoltre l’edificio – meta imperdibile per gruppi nutritissimi di pellegrini provenienti da ogni angolo del Paese – vanta al proprio interno splendidi affreschi.

Ma Assisi significa anche eccellenze culinarie. Rientrando in centro, fra Piazza del Comune e Corso Mazzini, sono molti i luoghi giusti in cui fermarsi per scoprire la tradizione gastronomica locale: agnolotti al sugo, infinite varietà di salsicce, porchetta e tante altre squisite pietanze sono ormai celebri in tutta Italia.