Belluno

Porta d'ingresso delle Dolomiti, la città veneta offre un panorama unico nel suo genere: sono frequenti i treni per Belluno con partenza da Treviso (che dista due ore), Venezia (il viaggio dura due ore e mezza), Padova (a circa due ore di distanza). La stazione ferroviaria si trova nel piccolo centro abitato: scegliendo i treni per Belluno è possibile raggiungere il centro storico in pochi minuti e, servendosi dei mezzi pubblici, è possibile giungere nel Parco Nazionale delle Dolomiti. Meta di turisti da tutto il mondo, il Parco è il vero gioiello di Belluno: attorno ad esso sorgono alcune tra le più note località sciistiche d'Italia come Cortina d'Ampezzo e Selva di Cadore.

Visitare Belluno

Definita dai Celti “città spendente”, Belluno è una città ricca di fascino e di testimonianze storiche. Scendendo dal treno per Belluno, a pochi minuti a piedi dalla stazione ferroviaria, è possibile raggiungere il Museo Civico, che ospita antichi reperti archeologici, sculture e dipinti locali, porcellane e arazzi. Da qui si possono visitare Piazza dei Martiri, il punto di ritrovo degli abitanti, la maestosa Basilica di San Martino e il Teatro Comunale. Proseguendo si può ammirare il nuovo Museo naturalistico del Parco delle Dolomiti, dedicato alla valorizzazione delle specie arboree dell'imponente catena montuosa. Per gli appassionati delle tradizioni locali, immancabile sarà la visita al Museo Valentino Del Fabbro, che omaggia gli antichi mestieri locali attraverso una ricca collezione di attrezzi e oggetti del passato.


La città veneta offre un panorama unico nel suo genere, grazie al felice connubio tra natura e cultura che si respira visitandola. Passeggiando nel centro storico si potrà assistere ad iniziative musicali e culturali organizzate dalle associazioni del territorio e dai locali della città. Nei ristoranti del centro sarà possibile degustare le specialità gastronomiche del territorio veneto: dal pastin di carne trita arricchita con spezie, allo schiz, il formaggio tipico bellunese da accompagnare alla polenta. Prodotto tipico è poi il fagiolo di Lamon IGP a cui è dedicata l'omonima sagra settembrina, un momento di grande festa per la comunità.