Ferrara

La città degli Estensi, dichiarata patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, è una delle località più note dell’Emilia Romagna, grazie alle bellezze architettoniche medievali e al glorioso passato artistico che annovera nomi immortali come l’Ariosto e il Mantegna. I treni per Ferrara fermano nella stazione centrale, che è ben collegata a importanti città come Venezia, distante un’ora e mezza di viaggio, e Bologna, a soli trenta minuti. Ferrara è nota anche come la “città delle biciclette”, chiamata così per la diffusa abitudine dei residenti a spostarsi sui pedali: sarà un piacere saltare in sella per raggiungere i luoghi chiave del centro abitato, tra cui il Castello e la piazza ariostea.

Visitare Ferrara

Prendendo il treno per Ferrara, si arriva nei pressi del centro storico, racchiuso nelle Mura Rinascimentali. In una ventina di minuti si raggiunge il cuore della città, in cui si trovano tutti i monumenti simbolo. Il Castello Estense, vera e propria fortezza medievale di fine 1300, sorge a pochi passi dalla Cattedrale, in stile gotico-neoclassico. Tra i numerosi edifici medievali spiccano Palazzo Schifanoia, che ospita il museo civico, e il Palazzo di Ludovico il Moro, sede del museo Archeologico. Spostandosi nella zona chiamata Addizione Erculea si possono osservare esempi di architettura rinascimentale come il Parco Massari, costituito dal palazzo omonimo e dal giardino botanico, e il celebre Palazzo Diamanti.


Al di là della ricca offerta artistica e culturale, la città accoglie ogni anno eventi rinomati tra cui il Palio di Ferrara, uno dei più antichi al mondo, che si tiene nelle splendida piazza ariostea, e il Balloons Festival, la più grande manifestazione di mongolfiere in Italia. Molto noto è anche l’Incendio del Castello, spettacolo con effetti luminosi e giochi pirotecnici che va in scena la sera di Capodanno.

Passeggiare per le stradine del centro porterà anche alla scoperta delle botteghe artigianali, in particolare quelle specializzate nella lavorazione della ceramica graffita. Da non perdere è anche la gustosa gastronomia locale, che propone piatti come i cappellacci, simili ai tortellini ma ripieni di zucca o ricotta, e la salama da sugo, saporito insaccato di maiale. In tavola non manca mai la “ciupeta”, il celebre pane ferrarese. I più golosi potranno assaggiare il pampato, dolce tipico del periodo natalizio con cioccolato, canditi e mandorle. Chi non rinuncia al vino avrà il piacere di provare il Bosco Eliceo Fortana.