Lecce

La città del Barocco si trova nel cuore del Salento ed è conosciuta come la Firenze del sud per il ricco patrimonio artistico, l’abbondanza di edifici e monumenti storici e le splendide architetture. I treni per Lecce arrivano nella stazione centrale, che si trova a pochi passi dal centro ed è ben collegata con città come Bari, in un’ora e mezzo di viaggio, e Taranto, distante poco più di un’ora. I turisti scelgono questa destinazione perché combinano la scoperta delle attrazioni culturali della città con il relax delle spiagge salentine, tra le più belle d’Italia. Completano il quadro un’ottima gastronomia e numerose feste e sagre, organizzate specialmente in estate.

Visitare Lecce

Dopo essere arrivati in treno a Lecce, si consiglia di iniziare l’itinerario direttamente dal centro storico, la cosiddetta città vecchia: mentre si passeggia per le vie ricche di dettagli barocchi, si possono ammirare ben più di cento chiese, tra cui quella di Santa Maria della Provvidenza e la Chiesa di Costantinopoli. Lungo il cammino si intercettano, poi, Piazza Sant’Oronzo e Piazza del Duomo, che, oltre alla cattedrale in stile barocco, ospita il Palazzo del Vescovado. Altri luoghi di interesse sono l’anfiteatro romano, che risale al II secolo d.C., il Castello di Carlo V, esempio di fortificazione del 1500, e la Basilica di Santa Croce, che si distingue per la facciata decorata ma che merita una visita anche all’interno.


La città pugliese diventa particolarmente vivace in estate, quando si svolge la maggior parte delle feste religiose e delle sagre, durante cui non mancano mai spettacoli di pizzica, la tipica danza popolare salentina. Chi vuole comprare qualche souvenir può recarsi nelle botteghe artigiane del centro storico e portarsi a casa i celebri manufatti in cartapesta e in pietra leccese. Alle sagre e ancor più nelle trattorie cittadine si possono assaggiare piatti tipici come il rustico leccese (pasta sfoglia ripiena di mozzarella, pomodoro e besciamella), i ciceri e tria (pasta con ceci) e le municeddhe (piccole lumache). Tra i dolci spiccano il pasticciotto leccese, con pasta frolla e crema pasticciera, e i purceddhruzzi, piccoli gnocchi di pasta dolce. Anche i vini si difendono bene: si consiglia di assaggiare il Salice Talentino e l’ Aleatico di Puglia.