Lecco

La cittadina, che si trova sulla sponda orientale del Lago di Como, è conosciuta da tutti gli appassionati di letteratura italiana perché Alessandro Manzoni vi ambientò I Promessi Sposi. I treni per Lecco giungono nella stazione centrale - che si trova a pochi passi dal centro storico - dalle maggiori città del Nord Italia come Milano (meno di un’ora di viaggio) e Torino (con il Frecciarossa bastano due ore). Oltre a disporre di un notevole patrimonio artistico e storico, la località lombarda accoglie ogni anno numerosi eventi culturali ed offre la possibilità di praticare attività sportive sul lago: peculiarità che la rendono una destinazione adatta a tutti.

Visitare Lecco

Dopo essere arrivati in treno a Lecco, la prima destinazione consigliata è il Ponte Vecchio, risalente al 1300, da cui si arriva facilmente sull’incantevole lungolago: una passeggiata indimenticabile, che ha ispirato artisti d’ogni genere come Mark Twain e Giacomo Puccini. Tra i numerosi edifici religiosi si segnalano la Basilica di San Nicolò con annesso il campanile in stile medievale e il Santuario di Nostra Signora della Vittoria, dedicato ai caduti della Prima Guerra Mondiale. Sicuramente interessante è ripercorrere i luoghi manzoniani, tra cui il Tabernacolo dei Bravi (una piccola cappella), la presunta casa di Lucia Mondella e il Castello dell’Innominato. I fan del romanzo hanno anche l’occasione visitare il Museo di Villa Alessandro Manzoni.


Se si capita nella cittadina lombarda in estate, quasi ogni giorno vengono organizzati tour guidati dedicati proprio allo scrittore e al suo capolavoro. Altre manifestazioni degne di nota sono il “Giugno Lecchese”, in cui si può partecipare a varie attività legate al lago e alla montagna, e la festa del patrono San Lorenzo. Frequenti sono, poi, i mercatini dell’antiquariato e dell’artigianato, che puntano sulla tradizione locale nella lavorazione dei metalli. Non si può partire senza aver provato la cucina lecchese. La gastronomia propone piatti come la zuppa con il lardo, il risotto con pesce persico e la polenta cuncia (cioè condita). Tra i dolci, si consigliano i caviadini, biscotti con granelli di zucchero. Chi non rinuncia ad un bicchiere di vino può assaggiare il Nustranel e il Terre Lariane.