Matera

Matera, città della Basilicata patrimonio dell’UNESCO, è raggiungibile anche in treno. La stazione è collegata con il sud Italia grazie ai treni diretti da Bari (da cui dista 66 km) o con un servizio navetta, dedicato a chi decide di arrivare nella “città dei sassi” da nord con i treni veloci fino a Salerno, da cui dista poco più di due ore. Capitale della cultura europea 2019, Matera, città interamente incastonata nella pietra, non è solo meta di appassionati di cinema e di produttori ma anche di numerosi turisti attratti dall’unicità paesaggistica ed architettonica di questo autentico gioiello lucano.

Visitare Matera

La Città di Pietra è uno dei borghi più suggestivi del sud Italia. Una volta scesi dal treno a Matera sarà come ritrovarsi in una città fuori dal tempo. Il cuore della cittadina sono i Sassi, il centro storico costituito interamente di abitazioni-caverne scavate nella montagna risalenti al Neolitico. Un nugolo di vicoli per passeggiare tra case-grotta (abitazioni contadine tipiche) e chiese rupestri risalenti al medioevo. Da non perdere una visita al Castello Tramontano, roccaforte aragonese rimasta incompiuta a causa di una rivolta popolare che bloccò i lavori. Con una bella passeggiata sarà semplice raggiungere il punto più alto della città per visitare la Cattedrale di Matera, costruita nel XIII secolo in stile romanico.


La Lucania, terra di accoglienza e di calore umano, riesce a trovare la massima espressione della sua bellezza a tavola. Dalla stazione centrale dei treni di Matera, fino alla cattedrale sarà facile trovare osterie e trattorie tipiche dove concedersi una piccola pausa e gustare prelibatezze locali. I ceci neri, le fave e le cicerchie sono la base per ottime zuppe da accompagnare con il pane di Matera IGP. Da non perdere i peperoni di Senise (peperoni cruschi), essiccati al sole e poi fritti, come da antica ricetta, e la salsiccia lucanica, fresca o stagionata, profumata con il finocchietto selvatico e il peperone rosso.