Napoli

Vulcanica non solo per la presenza del Vesuvio ma soprattutto per l’atmosfera che la domina, Napoli è una delle città più visitate della penisola italiana grazie alla sua straordinaria offerta culturale ed artistica, nonché grazie alla facilità con cui può essere raggiunta. Principale snodo ferroviario dell’Italia meridionale, dalla stazione dei treni di Napoli Centrale partono e arrivano giornalmente treni regionali e nazionali, tra cui i convogli ad alta velocità di Italo e Trenitalia.

Visitare Napoli

Il modo migliore per assaporare la vibrante atmosfera della città è addentrarsi nel suo centro storico, tra stretti vicoli, piccole piazze ed antichi palazzi, attraversando quella che i napoletani chiamano Spaccanapoli, importante arteria che dai Quartieri Spagnoli si estende fino alla zona di Forcella, tagliando nettamente a metà la città. Prima di tuffarsi nello spirito di Spaccanapoli tuttavia, procedendo per 20 minuti a piedi da Napoli Centrale, è bene prevedere una visita al Duomo, luogo del Tesoro di San Gennaro, tra reliquie, statue ed oggetti preziosi.

Ripartendo dai Quartieri Spagnoli, in pochi minuti di cammino si giunge ad un altro dei simboli di Napoli, Piazza del Plebiscito, cuore della vita sociale della città, in cui sorge il famoso Palazzo Reale, originariamente residenza dei Borbone di Napoli durante il Regno delle Due Sicilie, ora sede della Biblioteca Nazionale. Situati nella stessa area, il Teatro San Carlo affascina con la sua architettura neoclassica, mentre il Castel Nuovo, storico castello ora sede di importanti istituzioni culturali, tra cui il Museo Civico, noto anche come Maschio Angioino, domina la scena con la sua grandiosità.

Nessun viaggio a Napoli può tuttavia definirsi tale senza una visita al Museo di Capodimonte, tra opere di Raffaello, Tiziano, Caravaggio e perfino Andy Warhol, situato nell’omonimo palazzo, nella zona più a nord di Napoli. Spostandosi verso il quartiere Vomero invece, tappe d’obbligo sono il Castel Sant’Elmo, castello medievale ora sede di un’importante istituzione museale e di varie esposizioni temporanee, e la Certosa di San Martino, a un centinaio di metri dal castello, punto di riferimento dell'arte e della cultura napoletana tra Quattrocento e Ottocento.

Al termine di una giornata passata a visitare le bellezze di Napoli, niente di meglio che un momento di pausa tra il verde del Parco Virgiliano, a pochi passi dalla stazione ferroviaria di Napoli Mergellina, o ammirando una vista mozzafiato sul Golfo di Napoli dal Castel dell’Ovo, fortezza che definisce il profilo della città stessa, a 15 minuti a piedi da Piazza del Plebiscito.