Salerno

Seconda città della Campania dopo Napoli, Salerno si affaccia sull’omonimo golfo a forma di luna, bagnato dal Tirreno. La città è ben servita in fatto di trasporti, e i treni per Salerno sono frequenti. La stazione centrale offre numerosi treni regionali nonché il servizio alta velocità sia con Trenitalia che Italo. Da Napoli i treni per Salerno impiegano circa mezz’ora, mentre da Roma il viaggio dura due ore. Se il territorio che comprende la vicina Costiera amalfitana è patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, il centro storico di Salerno non è da meno. Da non perdere il Duomo barocco, il sito archeologico di San Pietro a Corte e la fortezza La Carnale.

Visitare Salerno

Città etrusca e poi romana, come testimoniano l’area archeologica etrusco-sannita e le terme imperiali di San Pietro a Corte, Salerno raggiunse la sua massima importanza storica sotto la dominazione dei Normanni, che la elessero a capitale. Una volta arrivati in stazione, in soli 10 minuti si raggiunge la roccaforte cinquecentesca La Carnale, edificata per contrastare la discesa dai Saraceni. Da qui, imboccando Corso Vittorio Emanuele, in meno di mezz’ora si giunge alle rovine romane di San Pietro a Corte. Servono altri in tre minuti (e un salto di ben dieci secoli!) per approdare di fronte al Duomo romanico dedicato a San Matteo, che vanta un campanile arabo-normanno del XIII secolo.


La Campania è terra di cibo squisito e ottimi vini e le tentazioni proposte dai ristoranti situati tra il lungomare e la Cattedrale sono irresistibili. Il territorio salernitano è ricchissimo di prodotti eccellenti, sia di terra che di mare. Le sue mozzarelle di bufala sono celebri nel mondo, così come i limoni, i fichi, l’olio. A tavola non mancano mai soppressate, capocollo e caciocavallo. Per chi ama il pesce, questo è davvero il posto giusto: chi direbbe di no ad un piatto di cavatelli fatti a mano conditi con sugo di San Marzano e colatura di alici di Cetara DOP? E dopo aver banchettato, niente di meglio che un’escursione nei meravigliosi dintorni di Salerno. In un’ora e mezza di treno si arriva ad Amalfi e in meno di un’ora a Paestum, antica città della Magna Grecia.