Udine

Ai confini con l’Austria e la Slovenia, equidistante da Venezia e Zagabria, Udine è una città dallo stile inequivocabilmente mitteleuropeo. I treni per Udine sono frequenti e numerosi sia dal Friuli che dal Veneto, ma anche dai vicini Paesi esteri. Tra le città più prossime, Pordenone dista mezz'ora, Trieste un'ora e Gorizia soli venti minuti: i treni per Udine percorrono quattro linee nazionali, a cui si aggiunge la linea regionale Udine-Cividale. Città medievale, è simboleggiata dal castello che domina la città. Altri monumenti degni di nota sono il Duomo e il Palazzo Patriarcale.

Visitare Udine

Udine, secondo centro del Friuli Venezia Giulia, è una città dal passato ricchissimo, come testimoniano i numerosi palazzi signorili in stile veneziano. Dalla stazione, percorrendo per dieci minuti Via Dante Alighieri, si giunge alla Cattedrale duecentesca, che vanta interni barocchi e conserva alcune opere di Gianbattista Tiepolo. Da qui, in soli due minuti si arriva al Palazzo Patriarcale, o Arcivescovile, uno degli edifici più importanti di Udine, costruito nel XVI secolo e sede del Museo diocesano e Gallerie del Tiepolo. Bastano altri cinque minuti per ammirare la Loggia del Lionello nella splendida Piazza della Libertà, che ospita anche la Torre dell’Orologio. Il tour si conclude con la visita al Castello, distante tre minuti: l’edificio rinascimentale ospita la Pinacoteca e tre musei.


Il Friuli è una terra dove la convivialità si eleva ad arte: è, perciò, immancabile l'appuntamento con il rituale tajùt, l'aperitivo in osteria fra vini e stuzzichini. E perché non fermarsi in uno dei tanti locali tipici per degustare i prodotti del territorio? Per antipasto non si può che optare per il re dei salumi friulani, il prosciutto di San Daniele. Tra i primi, consigliamo l’orzotto di ortica e sclopit (un’erba spontanea molto usata nella regione, la Silene) oppure i blecs, maltagliati all’uovo preparati con grano saraceno, fatti soffriggere con farina di mais e poi conditi con formaggio Montasio. Tra i secondi si possono scegliere la lepre, il germano reale, le rane fritte, le quaglie ripiene e pesci d’acqua dolce come le trote. In tavola non può infine mancare un piatto di polenta fumante.